Itinerario

Pubblicato il 16 Agosto 2011

Costruire l'itinerario per il giro del mondo è stato meno semplice di quello che sembra, prima di tutto perchè avrei voluto andare più o meno dappertutto ma il tempo (e i soldi) a disposizione non erano infiniti, e poi perchè i biglietti round the world hanno regole tutte loro che solitamente si scoprono quando si pensa di aver creato l'itinerario perfetto e invece bisogna ricominciare da capo. Dopo lunghi pomeriggi davanti a un atlante, giornate giocherellando con l'orario online della one world, e qualche rapido cenno di monsoni & co a tutte le latitudini possibili, questo è stato il mio itinerario intorno al mondo:

Itinerario

8 settembre 2003: TORINO - LONDRA. ho comprato il biglietto in inghilterra, dove costava 600 euro in meno che da noi... un saluto agli amici londinesi, l'ultima pintazza nel local pub e poi inizia davvero l'avventura...

10 settembre: LONDRA - DELHI. prima tappa il nord dell'india: i forti del rajasthan, il deserto, il taj mahal, i templi di kajuraho, e varanasi, la città sacra degli indù. Poi un lunghissimo viaggio in pullman verso il nepal, per un mese tra la valle di kathmandu, lo splendido trekking intorno all'annapurna e lo svacco finale sul lago di pokhara con gli amici incontrati in giro per l'himalaya.

5 novembre: DELHI - HONG KONG. ritorno a delhi visto che la one world non vola a kathmandu: giusto in tempo per l'ultima intossicazione alimentare prima partire per un paio di giorni tra hong kong e macao, e poi rotta verso il sud est asiatico!

9 novembre: HONG KONG - BANGKOK. bangkok: crocevia del traffico aereo di tutto il sud est asiatico, e punto di partenza per il mio giro tra laos, vietnam, cambogia e malesia. Poi dopo quasi 5 mesi lascio templi, tuk tuk e banana pancakes e parto verso l'australia...

27 gennaio 2004: SINGAPORE - DARWIN. tappa nel nord dell'australia per il parco di kakadu. 5 giorni tra coccodrilli, cascate e pitture rupestri aborigene, prima di partire verso l'outback, il deserto australiano.

1 febbraio: DARWIN - ALICE SPRINGS. ayers rock, ma non solo: kings canyon, le olgas... affascinante tappa nel red centre, accampati nel deserto a bere victoria bitter prima di addormentarsi intorno al fuoco nei nostri famigerati "swags".

7 febbraio: AYERS ROCK - CAIRNS. la east coast, paradiso dei backpackers e inferno di chiunque non sia either on the piss or on the pull. splendide la barriera corallina, fraser island, le blue mountains, melbourne... tutto il resto vorrei rivederlo con più tempo, più soldi, più sole e senza ragazzini inglesi intorno...

6 marzo: MELBOURNE - CHRISTCHURCH. la nuova zelanda: splendida! l'isola sud girata in bici e tenda insieme ad altri backpackers, quella nord vista anche dall'alto di una aereo, prima di buttarmi col paracadute... fantastico!

2 aprile: AUCKLAND - SANTIAGO - PUNTA ARENAS. sud america, finalmente! un po' di paura prima di arrivarci, ma dopo poche ore parlavo spagnolo e scofanavo dulce de leche in un'ostello sullo stretto di magellano, prima di iniziare a esplorare gli splendidi paesaggi della patagonia saltellando tra cile e argentina collezionando ogni volta un nuovo timbro sul passaporto...

20 aprile: PUNTA ARENAS - PUERTO MONTT. la regione dei laghi, molto poco sudamericana (sembrano le alpi svizzere!), ma piena di gente simpatica, bellissimi ostelli e cibo spettacolare... praticamente una settimana a mangiare e bere, eh ma si sa è dura la vita dei backpackers...

28 aprile: PUERTO MONTT - SANTIAGO. ritorno a santiago per la tappa finale via terra attraverso cile, bolivia e perù: indimenticabili il deserto di atacama, il salar de uyuni, il lago titicaca e cuzco, splendida cittadina a 3600 metri di altitudine (una fatica versare la birra senza fare schiuma...) a due passi da machu picchu, la città sacra degli inca, prima di spostarmi a lima, tappa finale del viaggio.

14 giugno: LIMA - MADRID - TORINO. tutte le cose belle devono finire... 9 mesi da sogno, ma alla fine si torna a casa! tanta voglia di rivedere gli amici, fare la doccia senza ciabatte, avere piu' di 3 magliette tra cui scegliere al mattino... e tanti, tanti splendidi ricordi che fanno venire voglia di ripartire... chissà!

Per scaricare l'itinerario cliccate qua!